Gp della Malesia 2014 – Riflessioni random

Se il buongiorno si vede dal mattino, la vera lotta di questo campionato 2014 di Formula1 sarà per accaparrarsi il secondo posto del mondiale costruttori e il terzo di quello piloti. Perchè a Sepang la Mercedes non si porta a casa soltanto la doppietta del Gp della Malesia 2014: fa molto di più. Domina in maniera assoluta e incontrovertibile dal venerdì alla domenica, in prova e in gara, sull’asciutto e sul bagnato. mercedes alla grandissimaMa se 15 giorni fa a rubare la scena era stato Nico Rosberg, a Sepang Lewis Hamilton pareggia i conti, anzi fa meglio: hat trick (il terzo della sua carriera) e 17 secondi rifilati sul traguardo al compagno di squadra.

gioia serena lewis

"Primo in classifica? Bene, ma sarebbe stato meglio vincere..."

“Primo in classifica iridata? Bene, ma sarebbe stato meglio vincere… [male che vada avrò un luminoso futuro come artista di strada, come potete ben vedere]”

Dopo due gare, la sfida tra i due alfieri d’argento è solo a distanza, con il Ken del Circus che guida la classifica piloti. La speranza (nostra di spettatori) è che presto arrivino anche le sportellate.

vettel si congratulaPrimo degli umani, Sebastian Vettel: in prova, sul bagnato, sembra quasi poter fregare la pole ad Hamilton; in gara sembra quasi poter andare a prendere Rosberg. Chi ha dato per morta la Red Bull dopo i test invernali, ha fatto i conti senza l’oste.

____________________

Riflessioni Random 1

Ieri il Nando Nazionale si è portato a casa un altro quarto posto sudatissimo, difficile e certo non bello per chi vorrebbe vederlo molto più su. La F14T annaspa.

alonso happinessMa sabato il team Ferrari ha riparato il braccetto dello sterzo della vettura di Alonso in 3 minuti. E l’asturiano si è conquistato sul bagnato una seconda fila in griglia che mancava dal Cenozoico, mostrando nelle interviste una risata che da tanto non si vedeva.

“L’amore conta, l’amore conta, per quanto tiri sai che la coperta è corta”, canta Ligabue. Vogliamo crederci.

Riflessioni Random 2

Quando arrivi secondo nella gara di casa e dopo il podio, con tanto di bagno di folla, ti squalificano;

Quando stai onorevolmente tenendo dietro Fernando Alonso e: il team non ti aggancia una gomma, facendoti perdere una vita al box per riportarti indietro e metterla a posto; ti si sgancia immotivamente l’ala anteriore; ti becchi 10 secondi di Stop & GO per l’unsafe release di cui sopra; ti ritiri;

Quando becchi pure 10 posizioni di penalità nella gara successiva;

allora è il caso di porsi qualche domanda

Uno-due del gatto nero tra i due Aussie

Uno-due del gatto nero tra Webber e Ricciardo – ringrazio @giroveloce per la foto

Riflessioni Random 3

Gp Malesia 2014 - Giro 2, curva 1 - Raikkonen e Magnussen

Gp Malesia 2014 – Giro 2, curva 1 – Raikkonen e Magnussen

[non potete negare che Magnussen a due anni era di una tenerezza infinita]

[Magnussen a due anni –  #TenerezzaInfinita]

Ammettiamo che Magnussen si è messo a giocare all’autoscontro nel punto peggiore per rientrare ai box. Ammettiamo anche che un giro su tre ruote avrà certamente danneggiato il fondo della F14T numero7. Ma l’immagine di Kimi Raikkonen che arranca per due giri dietro la Caterham di Ericcson è stata impietosa.

A.A.A. Cercasi Kimi. Quello vero, pulitissimo alla guida, chirurgico nei sorpassi, opportunista quando serve. No perditempo dove sta andando Raikkonen 2

dove sta andando Raikkonen 3

dove sta andando Raikkonen 4

dove sta andando Raikkonen 1 ah…ecco dov’è finito!

 

Riflessioni Random 4

Nel Gp della Malesia, Nico Hulkenberg si va a prendere, con la sua Force India, il secondo quinto posto consecutivo con una strategia (apparentemente suicida) su due soste. Il tedesco si conferma la bestia nera di Fernando Alonso, in partenza e in gara: finirgli dietro è un ormai un dramma che si ripete per l’asturiano, che ieri è riuscito ad avere la meglio su di lui principalmente perchè l’Incredibile Hulk viaggiava ormai sui copertoni. Concreto, competitivo e soprattutto umile. Io continuo a essere del team #preferivoHulk.

hulkenberg

 

Riflessioni Random 5

Valtteri is faster than you. Do not hold him up!

 

Andiamo oltre i facili spari sulla Croce Rossa, che Felipe Massa (poverello) sembra assorbire così bene. Andiamo oltre le “ultime parole famose”…

"I miei giorni da servo sono finiti" [Felipe, dopo il Gp di Australia 2014]

“I miei giorni da servo sono finiti” [Felipe, dopo il Gp di Australia 2014]

Il team radio rivolto a Felipe Massa al giro 52 del Gp della Malesia è stato davvero triste. E ci possono stare gli ordini di scuderia, così come i “Multi-21″. Ma quando arrivano così, con questa scelta precisa di parole, per una (forse) sesta posizione, si tratta davvero di una caduta di stile.

Ricordate cosa dissero a Felipe a Hockenheim 2010, con tanto di spelling?

Fernando is faster than you. Can you confirm you understand that message?

Sostegno a 1000 a Felipe, che stavolta ha sbattuto la porta.

Williams, mi sento di dedicarti questo messaggio accorato.

tina la vamp ma che ti salta in mente

 

Riflessioni random 6

L’adorabile Jev (Jean Eric Vergne, per chi non fosse una fan quattordicenne – anagraficamente o nell’animo), dopo essersi qualificato discretamente, rimane piantato in griglia per un calo di potenza. Come se non bastasse, finisce a sandwich tra una Caterham e Bianchi (che a sua volta tampona Maldonado), danneggiando l’ala anteriore contro la ruota posteriore sinistra del connazionale. Al diciottesimo giro si ritira. Ricominciamo?

facce da jev vergne

Riflessioni random 7 – Spari sulla Croce Rossa

Scusate, ma non potevo non condividere questa cosa.

[Le ultime parole famose]

[Le ultime parole famose]