F1 2015 - Trivia

F1 2015 – Trivia

Ecco una serie di cose random che magari vorreste sapere sulla Formula1 2015, nel caso in cui la parola Barcellona non vi faccia venire in mente “test Montmelò! test Montmelò! test Montmelò!”, ma – com’è normale – sangria y cerveza y tapas.

alonso mclaren jerez

Al campionato di Formula1 2015 parteciperanno 9 squadre. No, aspetta 10. O forse 11? Ecco quello di cui siamo sicuri:

– 9 squadre ci saranno senza fallo –> Mercedes, Red Bull, Williams, Ferrari; McLaren Honda; Force India; Toro Rosso; Lotus; Sauber

– una squadra, la Marussia, tornerà a chiamarsi Manor F1 (o forse Manor Marussia F1? O Marussia Manor F1?) e dovrebbe esserci, ma al momento ha un solo pilota, Will Stevens, un semisconosciuto che l’anno scorso è riuscito a finire dalla padella – la Caterham – alla brace – la Marussia- per poi tornare alla padella – il Gp di Abu Dhabi con la Caterham – e nessuna macchina;

[Aggiornamento del 04-03-2015: la Manor ha ancora un solo pilota e zero macchine, ma ha un nuovo investitore dal nome molto scozzese ma in realtà nord-irlandese, Stephen Fitzpatrick, trader della GP Morgan e “imprenditore dell’anno” nel 2014 (lo dice Daniel Johnson e io mi fido), che ha salvato la scuderia con un tesoretto da 30 milioni di sterline. Soprattutto, la Manor-Marussia sarà in Australia (perlomeno, così promettono) e quindi potrà pretendere la sua parte di fondi relativi alle entrate commerciali della Formula1 nella stagione 2014: un’entrata più consistente rispetto al passato, perchè la scuderia, grazie ai due punti di Jules Bianchi a Montecarlo, ha chiuso il campionato nona in classifica costruttori, il suo miglior risultato di sempre]

– una squadra, la Caterham, presente nella “entry list” dei team partecipanti al mondiale, che è attualmente all’asta. L’amministratore straordinario Finbarr O’Connell giura ancora che dietro la porta c’è una cordata di superinvestitori pronta a risollevare le sorti del team una volta che lui stesso sarà riuscito a fare chiarezza tra le 167 società matrioska create da quel vecchio buontempone di Tony Fernades.

P.S. Se foste interessati ad acquistare un simulatore, potete farlo qua.

ciao caterham

Ciao, Caterham.

Nel campionato 2015 di Formula1, che prenderà il via il prossimo 15 marzo all’Albert Park di Melbourne, Australia, ci saranno 20 gare e tornerà il Gran Premio del Messico. La Force India, nella presentazione di stagione più inutile e lunga della storia, ci ha lasciato la cosa ben impressa in mente, facendo parlare tutti gli occupanti dei dicasteri del governo messicano.

Per fortuna (nostra e della logistica dei team) non ci sarà il Gran Premio di Corea.

 

Quest’anno le vetture non avranno i nasi orribili dello scorso (Williams esclusa), per una qualche modifica al regolamento tecnico che alla sottoscritta – incapace di cogliere le specifiche – sfugge.

F1-2015-nose-car-1

 

F1-2015-nose-car-2

F1-2015-nose-car-3

Per rendere le cose sempre più semplici e simpatiche, in questa Formula1 2015 ogni pilota avrà a disposizione solo 4 Power Unit (ciascuna composta di 6 elementi), per tutto il campionato – praticamente una ogni cinque gare. Le micidiali penalità con arretramento in griglia, però, scatteranno quando si supererà lo slot di 4 pezzi di ogni singola componente e non per la sostituzione dell’intera PU. L’anno scorso le Power Unit a disposizione di ogni pilota erano 5.

A differenza dell’anno scorso, però, grazie a un’interpretazione del regolamento, non vi è stato il congelamento dei motori al 28 febbraio. Dunque i team potranno continuare a migliorare le power unit durante il campionato. O per lo meno, il congelamento sarà effettivo quando verrà omologata la nuova Power Unit, ma il regolamento non stabilisce la data in cui ciò deve avvenire. Della cosa ne avevo parlato a inizio anno QUI. Bisogna tuttavia precisare che la FIA ha consentito anche alla Honda di poter sviluppare il proprio motore ibrido a stagione in corso.

 

Da quest’anno i piloti non potranno cambiare la livrea del proprio casco durante la stagione. Niente caschi celebrativi; niente contest; niente [spettacolari] tamarrate.

RIP questi capolavori:

A seguito della pubblicazione [odierna] di questa novità nel regolamento sportivo, Sebastian Vettel è entrato in sciopero della fame e Lewis Hamilton della sete.

 

Max Verstappen sarà il più giovane debuttante e l’unico minorenne che guiderà mai una Formula1. Nonostante il precocissimo rookie della Toro Rosso abbia l’attitudine di un 30enne trapiantata tra i brufoli di un teenager e nonostante un’evoluzione della specie che ci regala pargoli sempre più perfettibili e infallibili [aggiungo, spaventosi quanto i bambini de Il Villaggio dei Dannati], la FIA ha deciso di prendere provvedimenti e di complicare un tantino le pratiche per prendere la superlicenza. Ecco, forse un tantino troppo.  BlogF1.it ci spiega QUI cosa dovranno fare gli aspiranti piloti per arrivare alla Formula1 (oltre a dotarsi di una cospicua valigia piena di contanti).

Max verstappen 2015 test jerez

Quest’anno viene introdotta una nuova misura di neutralizzazione della gara, la Virtual Safety Car, sperimentata durante le prove libere degli ultimi Gran Premi, in seguito al terribile incidente di Jules Bianchi a Suzuka. Entrerà in azione in caso di doppie bandiere gialle, quando le condizioni non richiedano la presenza in pista della vettura di sicurezza, è verrà annunciata da segnali luminosi. Il sistema costringerà i piloti a tenere una certa velocità in certi punti della pista.

virtual safety car

Fortunatamente è stata bocciata l’idea della partenza da fermo in griglia dopo la Safety Car.

Fortunatamente è stata abolita la clamorosa sciocchezza dei doppi punti finali ad Abu Dhabi.

Ho dimenticato qualcosa?

Siate buoni e segnalatemelo qui sotto =)